Categoria: Scritti astrologici (Pagina 2 di 2)

In questa sezione, idealmente dedicata a Luca Gaurico, il grande astrologo che lavorò per Papa Paolo III , sono raccolti alcuni scritti astrologici, l’ultimo dei quali risale al 2007. Sommariamente sono presenti: un’errata corrige per il volume “Trutina Hermetis” pubblicato presso Nuovi Orizzonti a Milano nel 1994; alcune appendici al volume “I ritorni solari in astrologia” pubblicato dalle Edizioni Capone a Torino nel 2004; un libro originale: “L’Equivalente Lunare” che è stato pubblicato solo in formato elettronico; e l’intera traduzione in italiano di un volume di Alan Leo: “La chiave del tuo oroscopo” che l’Autore alcuni anni fa ha donato alla comunità astrologica italiana.

L’equivalente lunare

LA PROGRESSIONE GIORNALIERA DELL’OROSCOPO

Introduzione

Quando la scienza incontrerà Dio?

Dalle ricerche dei più grandi ed illuminati scienziati contemporanei sappiamo che infine, la domanda ultima è sul senso, sulla finalità, sull’origine della creazione.

Sostanzialmente la domanda ultima è su Dio, la natura di Dio. Non è escluso che anche attraverso l’osservazione che segue alla formulazione di una teoria si possa pervenire nel tempo alla conoscenza anche scientifica delle nostre arcane origini divine.

Il problema è però che l’osservazione, cioè la prova “scientificamente corretta” degli assunti teorici, finisce sempre per essere attuata prima di possedere strumenti veramente appropriati. Così che la teoria è sempre in qualche modo più avanti rispetto alla possibilità che ha lo scienziato di dimostrarla.

D’altronde come scrisse Hawking:
“Se ciò che noi consideriamo reale dipende dalla teoria che accettiamo, come possiamo fare della realtà la base della nostra filosofia?”1

Questo problema imporrebbe la consapevolezza che muovendosi in un ben strutturato e qualificato orizzonte di pensiero, potrebbe non comparire o essere rilevabile qualcosa che non appartiene (per il momento) ai principi teorici che fondano quel pensiero stesso.

Questo comunque è un problema di cui oggi gli scienziati più avanzati sono al corrente, ed infatti debbono spesso modulare i loro assunti teorici in modo più “elastico” rispetto a diverse teorie esistenti In definitiva gli scienziati più consapevoli sanno che:
“una teoria è una buona teoria, ossia un modello elegante, se descrive una vasta classe di osservazioni e se predice i risultati di nuove osservazioni.

Al di là di questo non ha senso chiedersi se essa corrisponda o meno alla realtà perché non sappiamo cosa sia la realtà indipendentemente da una teoria.”2


Leggi l’articolo completo e scarica pdf

Like (0)

Errata-corrige per il volume Trutina Hermetis

AI LETTORI DEL MIO LIBRO “TRUTINA HERMETIS”

Cari amici che avete acquistato il mio volume TRUTINA HERMETIS, L’Oroscopo del Concepimento, dovreste aggiungere al vostro volume questa breve errata-corrige, ed applicare ai vostri calcoli il passaggio in più che viene indicato in sezione A.

Tale passaggio è fondamentale per ottenere l’esattezza dei risultati. La sezione B offre invece dei suggerimenti interessanti ed utili.

La sezione C corregge un refuso. Grazie.

L’autore


Leggi l’articolo completo e scarica pdf

Like (0)

Conferenza su Dane Rudyard

L’ASTROLOGIA DELLA LUCE

Voglio prima di tutto ringraziare Andrea Rognoni per averci dato la possibilità di fare forse il punto oggi nel 1995, a zoo anni dalla nascita di Rudhyar ed a io anni dalla sua morte, dell’influsso che questo pensatore ispirato ha avuto anche sulla cultura europea, ed italiana in particolare.

Noi viviamo oggi in una fase estremamente importante, in cui la disgregazione dei valori ed il ribaltamento generale degli indirizzi di vita possono condurre a molti fraintendimenti.

Molti possono infatti ritenere di isolarsi in una sorta di altezzoso sentimento di chiusura nella mitizzazione dei valori di una deificata quanto improbabile ‘Tradizione’, che non è altro infine se non la cementificazione di un io personale superbo e ‘reazionario’; altri possono invece dedicarsi ad una sorta di lamentazione più o meno melanconica, piagnona e bigotta che rifiuta le condizioni spirituali della trasformazione, sclerotizzandosi in un sillogismo del tipo “io credo in Dio-Io sono Dio” (ed il secondo “Io” diventa maiuscolo).

Ambedue queste vie sono in ultima analisi delle forme mimetizzate di egocentrismo e di rifiuto alla trasformazione!

Oggi ci appare di esser gradualmente privati dei nostri appoggi culturali, spirituali ed anche psicologici, a causa dell’immenso ‘crogiuolo’ in cui la soggettività occidentale viene cucinata a fuoco lento.

Ma se questi appoggi culturali, o basi ideologiche o ancora modelli psicologici e comportamentali sono stati gradualmente liquefatti dal trascorrere del tempo e dall’erosione da parte di potenti energie cosmiche, questi fatti non vanno considerati negativamente. Solo una lettura generica e malata di ego-centrismo vedrà in ciò solo il lato negativo e distruttivo.


Leggi l’articolo completo e scarica pdf

Like (0)
Articoli più recenti »

© 2022 Alessandro Guzzi

Made with ❤ by VeSu ↑